Commenti delle lettrici e dei lettori sul libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"
 

Per chi ha già letto il libro:
facci sapere la tua opinione
e aiutaci nella ricerca
compilando il 
questionario online

I bambini parlano del libro:

 

Segui Padì su

libro padì su Fb

 

"Siamo rimasti piacevolmente affascinati dal libro e ne abbiamo parlato in équipe (lavoriamo nella clinica veterinaria del dr. Aldo Vezzosi di Cremona e siamo 10 veterinari).  

 

La lettura di tutti i capitoli ci ha conquistato ed in particolare, forse per “deformazione professionale” siamo stati colpiti dal capitolo 10 in cui si parla della malattia, dell’intervento e della morte del cane Maat. 

 

Come veterinari, spesso ci troviamo nella situazione descritta. La malattia grave e la morte mettono in difficoltà anche noi operatori.

 

Non è facile, poi, trovare le parole per spiegare un evento simile ai grandi, che pendono dalle nostra labbra e ci trasmettono le loro emozioni. La situazione è ancora più difficile se ci sono presenti dei bambini. A volte si evita questo tipo di dialogo e si tende a rivolgersi solo “ai grandi”. Ci rendiamo conto che anche i piccoli presenti avrebbero bisogno di sapere e di capire, ma come dirlo? Fino a che punto spiegare? Quali termini usare? 

Amanda Castello con il suo libro ci mostra che anche i trattamenti, le malattie, gli strumenti medici più complessi possono essere spiegati con parole “a misura di bambino”. 

 

Anche la descrizione del dopo morte, i suggerimenti dati ai piccoli lettori e i momenti interattivi del “Tocca a te” sono stati per noi ricche fonti di indicazioni delle quali far tesoro. Sarebbe bello poter tenere il libro di Amanda Castello nelle nostre cliniche veterinari e consultori, lo potremmo suggerire ai genitori e farlo leggere ai bambini, soprattutto a quelli che vivono ciò che è capitato ad Amanda con Maat. 

 

Inoltre siamo piacevolmente toccati dal senso di rispetto e amore per la natura e gli animali che emerge in tutto il testo. La natura e gli animali sono “amici” da salvaguardare, proteggere, difendere e curare.  

 

Infine, riuscita ed interessante ci pare l’unione di disegni e fotografie, in particolare quelle legate al lavoro del veterinario. Permettere ai non addetti ai lavori di vedere un’intubazione, un momento dell’operazione e della sala operatoria, grazie a delle fotografie della realtà, crediamo possa contribuire a diminuire l’angoscia che di norma nasce dalla non conoscenza delle persone.  

 

Insomma, un ottimo lavoro che abbiamo apprezzato e che riteniamo possa essere un utile stimolo e spunto di riflessione anche per la nostra “categoria”. 

 

Maria Teresa e Andrea,

veterinari

 

"In questi giorni sto terminando la lettura del tuo libro "A spasso con padì lungo il ciclo della vita" e devo dirti che mi è piaciuto molto, sopratutto al bambino che vive in me.

Ti voglio anche ringraziare perchè con questo libro hai condiviso con noi una parte molto importane della tua vita.  

 

Da quando lavoro con i malati terminali una sola volta una bambina che aveva li ricoverato lo zio di 39 anni mi domandò all'improvviso "Ma mio zio è molto grave?" mi sono trovato un attimo in difficoltà, sopratutto perchè non sapevo quali informazioni aveva ricevuto da sua mamma e le ho risposto così" Ma la tua mamma cosa ti ha detto?" e lei "Non mi ha detto bene che cosa ha" le ho poi detto io " Parla con lei e prova a chiederglielo."

Una mia collega che era nelle vicinanze mi ha successivamente detto "Bravo sei riuscito a cavartela bene!" In parte può anche essere vero ma anche se non le ho mentito, qualcosa nel mio cuore avrebbe voluto aiutarla di più a capire. 

 

In questo periodo oltre al tuo libro, mi si stanno presentando diverse occasioni per conoscere meglio quello che succede nei bambini, sia nella malattia che nel lutto per una persona cara, e ne sono felice perché credo sia molto importante per chi svolge un lavoro come il nostro."

 

 

Andrea
Operatore Socio Sanitario
Hospice Casa dei Gelsi, Treviso

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

"Sono  il nonno di due meravigliosi nipotini, di 8 anni e 6 anni. Mi piace parlare e giocare con loro, ma un giorno davanti alla vasca del pesciolino morto, sono rimasto senza parole. 

Le tante domande sono restate senza risposte, perché io stesso non avevo risposte. 

Poi ho avuto la fortuna di leggere "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita" ed ho scoperto che si possono affrontare questi argomenti "difficili" con semplicità e naturalezza.  

Mi sono piaciute soprattutto le parti in cui il lettore può interagire col libro per approfondire le sue conoscenze e chiarirsi dubbi su termini medici che, spesso anche noi adulti, usiamo senza averli ben capiti. 

Ho trovato altrettanto interessanti le pagine dei "Tocca a te", dove anche i più piccoli possono fare disegni ed esprimere le proprie emozioni. 

Per questi motivi darei tranquillamente il libro in mano a bambini, ragazzi e perché no, anche a nonni come me! 

Marco
60 anni                                                                                                                                pensionato

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

"Come laureata in Scienze dell’Educazione, ritengo che il libro "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita" rappresenti un’opportunità importante per chi, come me, opera nel campo della formazione con bambini, giovani e adulti.

Ho approcciato il libro ritenendolo un insieme di storie per i più piccoli, in realtà mi sono dovuta ricredere: il libro di Padì si rivolge a tutti. Più si prosegue nella lettura, più ci si avvicina a storie ricche di informazioni e nozioni che, spesso, non sono comprese nemmeno dagli adulti.

Inoltre, a supporto delle storie di Amanda Castello, ci sono immagini – disegni e foto della realtà, dettaglio molto importante - che aiutano la comprensione del testo e sono un aiuto anche per i bambini più piccoli che vedono rappresentato ciò che stanno leggendo o ascoltando. I disegni inoltre, sono utili anche per suddividere il racconto in momenti cruciali e per dare il tempo di accogliere le emozioni che possono nascere da alcuni passaggi della storia.

 

La parte che credo sia fondamentale, è quella che si trova alla fine di ogni capitolo: “Tocca a te!”.

 

Le domande e gli esercizi proposti sono importanti per portare avanti l’elaborazione del tema con modalità diverse: la scrittura e il disegno. Essendo due modi di comunicare molto usati dai bambini, sono immediatamente compresi da loro e messi in atto senza difficoltà: in questo modo, attraverso semplici esercizi interiorizzano ciò che hanno letto e trovano risposte alle loro numerose domande.

Per questo motivo ritengo che sia necessario favorire il diffondersi di libri come questo. Il libro di Amanda Castello "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"  rappresenta uno strumento di lavoro per gli operatori, un aiuto per i genitori di bambini che vivono un momento di sofferenza e un eccellente strumento di elaborazione per i bambini stessi."  

Fabrizia
33 anni

Formatrice

 

 

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

 

"La lettura de "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita" di Amanda Castello è stata molto interessante. Il libro colma un vuoto, credo che molti altri adulti come me, genitori e educatori, avrebbero bisogno di leggerlo. 

 

Le storie sono narrate in modo chiaro ed ho apprezzato particolarmente il dialogo tra il pompiere e la piccola Padì perché è diretto e vero, dovrebbe essere preso a modello per le relazioni tra grandi e bambini. 

 

Le storie sono toccanti, in particolare quelle legate al tema della fine della vita, e mi hanno portato alla mente due lutti recenti che ho vissuto: la morte di mio padre e quella di una cara zia.

 

Anche per un adulto come me, le emozioni e la sofferenza di fronte all’esperienza della morte sono tante… è proprio vero, sono un fiume in piena, come viene descritto nel libro e, soprattutto, sono difficili da vivere. 

 

Le difficoltà aumentano poi nella relazione con i bambini, ai quali non si sa come parlarne, né come aiutarli. Io ammetto di essermi trovato in difficoltà… perso nel mio dolore, faticavo a trovare le parole per spiegare loro che l’amato nonno non c’era più… 

 

Se avessi, allora, letto il libro "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"  non avrei esitato e avrei proposto loro di leggerlo insieme.

 

Sarebbe stato uno strumento importante per far uscire le emozioni vissute dalle bambine e… perché no, anche le mie!"

 

Paolo
50 anni
farmacista
padre di due figlie

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

"Leggere il libro "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita" di Amanda Castello ha risvegliato numerosi ricordi, in particolare quelli dei tanti animaletti salvati da bambina insieme alle mie sorelle (gatti, uccellini, piccioni) e quelli dei lunghi pomeriggi passati a setacciare le colline dell’entroterra ligure, insieme a mio fratello - piccoli naturalisti in erba - in cerca di insetti, scorpioni, serpentelli e altri animali.

Ho ripensato ai pianti di quando uno dei passerotti da noi allevati moriva, ai funerali allestiti, alle piccole tombe. Qualcuno dirà: ”Giochi da bambini, di scarsa o nulla importanza”. Per noi invece erano attività serissime, che scandivano le giornate estive, al mare o nei prati della periferia milanese. Ricordo la passione con cui curavamo queste bestiole, l’amore, la pazienza con cui mio fratello nutriva sapientemente gli uccellini caduti dai nidi, mentre facevamo la guardia per tenere lontano il gatto di turno.


Sono bei ricordi. L’amore per la natura ha riempito le nostre giornate di bambini e credo ci abbia fatto crescere bene. Penso che il contatto con le piante e gli animali, la conoscenza, il rispetto possano aiutare i ragazzi a essere più equilibrati, più attenti e sensibili. La natura ci mostra ogni giorno il ciclo incessante della vita, ci insegna che gioia e dolore sono costantemente intessuti, ci abitua ad accettare i limiti nostri e di ciò che ci circonda. Insegna a noi tutti che siamo parti, piccole e grandi insieme, di un universo infinito. Non c’è realtà virtuale, non c’è artificio, regia: questa è la grande lezione.

Del libro mi piace il linguaggio semplice ma diretto, ho apprezzato le informazioni precise, l’onestà dei contenuti. Nulla viene taciuto. Anche la malattia e la morte trovano il loro spazio. Il dolore esiste, certo, le favole ne hanno sempre parlato. Qui pure c’è un eroe buono, non è il cacciatore ma il gigante pompiere, e poi ci sono il veterinario, gli amici, la casa che emana calore, che è un luogo sicuro, rassicurante. Così il bambino impara che le esperienze dolorose sono più facilmente sopportabili quando c’è amore, amicizia. Allora anche la notte fa meno paura, se c’è qualcuno a tenerci la mano.


Spesso, durante le visite in hospice, dove sto imparando a svolgere l’attività di volontaria di accompagnamento, sento dire dai parenti dei malati che, nonostante il grandissimo dolore, in quella struttura si sentono seguiti, protetti, aiutati, e questo è un grande conforto, riesce spesso a ridare forza a chi sente di non farcela più. Penso sia questo il messaggio più bello e più importante: imparare a non fuggire, imparare a stringerci la mano, a farci una carezza, imparare a vivere meglio."


Laura
50 anni, Insegnante di scuola Media Superiore, madre di due figlie di 14 e 22 anni, Parma

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

"Ho letto "A spasso con Padì lungo il ciclo della vita" con molta attenzione.

E' un libro che si legge volentieri, è scorrevole e ricco di scoperte.

E' importante capire quanto il ciclo della natura sia in sintonia con il ciclo della vita. Anche per me, che non sono più bambina, è una lettura utile ed esplicativa.

Parlare della morte non è facile ma questo libro riesce nell'intento a pieno, con delicatezza e competenza. L'argomento della perdita non è facile da trattare e molti per questo motivo rinunciano a priori. Insieme al personaggio di Padì si viene guidati in un mondo che non è fantastico, ma reale e la realtà viene affrontata in tutti i suoi aspetti più problematici non lasciando nulla al caso.

Sono stata aiutata nella lettura anche dai disegni accostati a fotografie che sono utili a far capire la veridicità dei concetti spiegati. Una lettura che consiglio ai genitori, agli insegnanti, agli operatori e a tutti coloro che stanno affrontando un lutto e non sanno come spiegarlo ai più giovani.

Un libro che è anche un percorso da affrontare insieme."


Elena,
32 anni, impiegata, Piacenza

 

Come avere la tua copia del libro
"A spasso con Padì lungo il ciclo della vita"

 

"L’argomento naturalistico, che è il tema generale, è stato molto istruttivo e interessante; la struttura del libro è armoniosa, comprensibile e ti aiuta a comprenderne il contenuto. Gli inserti interessanti, spezzettano però la storia in modo un po’ forzato.

La mia storia preferita è quella dell’uccellino Miro con la sua disavventura; forse perché la storia che mi si avvicina di più, dato che io ho avuto 2 uccellini Ciip e Ciop.

Andando avanti nel libro ho incontrato Casimiro, che parlava in modo comprensibile e chiaro con Padì, un po’ diverso da quello a cui sono abituata io con gli adulti, più superficiali.

Gli argomenti interessanti; ero un po’ sulla difensiva nell’ ultimo capitolo che parla della morte, ma mi ha fatto vedere dei punti di vista nuovi.

Prendendo in considerazione la costruzione tecnica: il contrasto che si crea tra i disegni, elementi fantastici, e le foto, un attaccamento alla realtà, rende il reale e l'astratto contemporaneamente. Le 2 rubriche sono importanti per la comprensione e coinvolgenti nella richiesta di esprimere il tuo pensiero."

Silvia
16 anni
studentessa
Piacenza
 

 


dest
inatari e struttura

personaggi

temi trattati

illustrazioni e fotografie
 

Testimonianze

Per chi ha già letto il libro:
facci sapere la tua opinione
e aiutaci nella ricerca
compilando il 
questionario online